Modulo contatti o via whatsapp (sms) 3791893087 

La disciplina delle società di fatto. 3 cose da sapere.

Scritto da
Vota l'articolo!
(0 voti)

La disciplina delle società di fatto. 3 cose da sapere.

In questa guida parleremo delle società di fatto e analizzeremo i presupposti in base ai quali il Fisco può ritenere esistente una società “di fatto”.

Inoltre, vedremo insieme alcune linee difensive per i soci e la società in caso di contestazioni illegittime / infondate dell'Agenzia delle Entrate (in casi in cui i contribuenti, presunti soci di fatto, non ritengano corretta la contestazione circa la presunta esistenza di una società di fatto).

Andiamo con ordine.

Società di fatto: cosa sono?

Sono società costituite sulla base di un accordo informale che si sostanzia nella comune intenzione dei soci di collaborare per perseguire uno scopo di lucro, guidati dalla volontà condivisa di essere “soci” (Elemento soggettivo), integrata dal conferimento di beni e servizi con la conseguente formazione di un fondo comune (Elemento oggettivo).

In poche parole, si tratta di organizzazioni in cui manca il formale atto costitutivo richiesto dalla legge ma che assumono autonoma valenza sotto il profilo fiscale.

***

Intanto, vediamo 3 (tra tante altre) cose che devi conoscere sulla disciplina italiana in materia di società di fatto:

1) Come riconoscere una società di fatto: gli elementi.

La Corte di Cassazione con ordinanza n. 9604/2017 ha precisato che l'esistenza di una società di fatto può essere rivelata da alcuni elementi sintomatici. In particolare, da: 1) “manifestazioni comportamentali rivelatrici di una struttura sovraindividuale indiscutibilmente consociativo”; 2) presenza di “fattori essenziali di un rapporto di società”, per cui “ciò che viene in considerazione non sono gli elementi essenziali del contratto di società (costituzione di un fondo comune ed affectio societatis (...) ma l'esteriorizzazione del vincolo sociale rilevante nei rapporti esterni”.

Nota bene: La prova dell'Agenzia delle Entrate che ritenga sussistente l’esistenza di una società di fatto può ben basarsi su tutti quei fatti che siano idonei a rappresentare all’esterno il vincolo sociale.

Tornando al caso in esame, come si legge dalla suindicata ordinanza, i giudici di legittimità hanno ritenuto che la configurazione di una società di fatto possa avvenire anche sulla scorta del “brogliaccio extracontabile”, rinvenuto in sede di verifica da parte dell’Amministrazione finanziaria, che dà atto dei finanziamenti fatti e ricevuti per la società e con riguardo all'attività posta in essere da un soggetto addetto alle vendite e co-amministratore della stessa.

2) Società di fatto: cosa può fare l'Agenzia delle Entrate?

Qualora l’Agenzia delle Entrate rilevi la sussistenza di una società di fatto, quali poteri può esercitare?

Anzitutto, a seguito di accertamento procederà a contestare le imposte evase (in particolare IRAP e IVA).

Considera che, per quanto riguarda il regime fiscale, la società di fatto è equiparata ad una società di persone.

3) Quali rimedi ad accertamenti (illegittimi / infondati) da parte del Fisco?

- Gli Accertamenti Illegittimi: gli avvisi di accertamento emessi nei confronti della società di fatto e dei relativi soci di fatto possono essere impugnati dinanzi alle Commissioni Tributarie Provinciali territorialmente competenti nel caso in cui all'esito di accertamenti emergano dei vizi che ne rivelino l’illegittimità.

Tieni conto che qualora si arrivi all'impugnazione troverà applicazione il principio del litisconsorzio necessario tra le parti interessate, per cui il giudizio contro l’Ufficio coinvolgerà anche gli altri soci di fatto, dovendo essere instaurato necessariamente anche nei loro confronti, così come da ultimo stabilito dalla Corte di Cassazione, la quale con Ordinanza 21 giugno 2017, n. 15446, ha ritenuto che: “Ne consegue, secondo i principi affermati in materia da questa Corte (cfr. Cass. sez. 5, 27 luglio 2016, n. 15566; Cass. sez. 5, 24 febbraio 2015, n. 3631, specificamente in tema di attribuzione di natura commerciale ad attività svolta da associazione sportiva; Cass. sez. 5, 25 giugno 2014, n. 14387, nonché, in generale, Cass. sez. unite 4 giugno 2008, n. 14815), che “la controversia relativa alla configurabilità o meno di una società di fatto ai fini della pretesa tributaria comporta il litisconsorzio necessario di tutti i soggetti coinvolti, che sussiste, oltre che nelle ipotesi espressamente previste dalla legge, in tutti i casi in cui, per la particolare natura o configurazione del rapporto giuridico dedotto in giudizio e per la situazione strutturalmente comune ad una pluralità di soggetti, la decisione non possa conseguire il proprio scopo se non sia resa nei confronti di tutti questi soggetti”.

- L'Insussistenza della società di fatto: quando, a seguito dell’impugnazione, la Commissione Tributaria rilevi l’insussistenza di una società di fatto, procederà all’annullamento dell’avviso di accertamento emesso nei riguardi di quest’ultima. Ciò non determina l’immediato annullamento degli atti impositivi emessi in capo ai presunti soci, quando venga accertato che le operazioni ricondotte dall’Agenzia delle Entrate alla società di fatto, in realtà, devono essere imputate direttamente a questi ultimi.

Come vedi, il regime delle società di fatto e quello di un'eventuale impugnativa degli avvisi di accertamento emessi dall’Agenzia delle Entrate per effetto della contestazione di una società di fatto rappresenta un tema particolarmente complesso.

***

Queste sono solo alcune cose da sapere in materia di disciplina di società di fatto. Tuttavia, le cose da sapere sono molte di più e poiché richiedono un esame ben più approfondito, e l’analisi di copiosa giurisprudenza, non possono essere esaminate ora. Però puoi visionare le tante sentenze pubblicate in questo sito per farti un’idea da solo.

*** 

Torna alla Pagina Principale: https://www.studiotributariodlp.it 

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCwYYt0S4B1mOlNSbg7P584w?sub_confirmation=1 

Per richiedere una consulenza a seguito del ricevimento di un questionario, invito al contraddittorio, invito a comparire o avviso di accertamento dell'Agenzia delle Entrate, compila il modulo contatti che trovi nella pagina principale del nostro sito https://www.studiotributariodlp.it o nella pagina contatti.

DLP Studio Tributario collabora, anche a distanza, con dottori commercialisti e studi legali per la gestione congiunta di contenziosi tributari ovvero consulenze strategiche su singole praticheOve anche il Vostro studio fosse interessato ad una collaborazione o ad un nostro parere su singoli contenziosi tributari, instaurati o da instaurare, può contattarci attraverso l'apposito modulo: https://www.studiotributariodlp.it/index.php/contatti 

Per esaminare alcuni dei risultati (e delle sentenze) ottenuti per i nostri clienti nell’ultimo biennio clicca qui 

Letto 385 volte
DLP