Compila il Modulo contatti o contattaci via whatsapp (no sms) 3791893087 

Argomentazione Processuale, Persuasione, Influenza. Interviste a chi la “persuasione” la insegna. Intervista a Pietro Sangiorgio. Featured

Scritto da Avv. Federico Pau
Vota l'articolo!
(2 voti)

All’interno della rubrica dedicata all’argomentazione processuale ed alla persuasione in generale prosegue il ciclo di interviste a studiosi della persuasione e della argomentazione, da chi la insegna nelle aule universitarie, a chi si prefigge di insegnarla a politici, imprenditori e top managers, e chi ne ha scritto best sellers. Oggi parliamo con Pietro Sangiorgio.

Rubricata a cura dell’avv. Federico Pau. 

Per l’appuntamento odierno, ho intervistato Pietro Sangiorgio, Coach Emotivo, ricercatore ed esperto di Comunicazione Emotiva.

***

Pietro Sangiorgio: formatore e ricercatore nell’ambito della comunicazione persuasiva e comunicazione emotiva, coach emotivo, autore di una serie di volumi dedicato alla comunicazione, alla persuasione ed all’influenza, tra cui “Inside and Outside: Libro Primo: comunicare dentro e fuori”.

***

Ci racconti di Lei, dove opera, come si è formato e cosa l’ha portata a studiare temi legati alla comunicazione ed alla persuasione.  

Prevalentemente io e il mio team operiamo in Lombardia, e tramite la rete internet, i social e quant'altro ci permette di comunicare, cerchiamo di coprire l'intera nazione. Attualmente ci stiamo organizzando per operare nel resto d'Europa e gli Stati Uniti.

Ho studiato Programmazione Neuro Linguistica presso NLP ITALY e Psicologia Analogica presso l’Istituto di Psicologia Analogica e di Ipnosi Dinamica – CID CNV, una libera associazione scientifica e culturale senza scopo di lucro che è stata fondata nel 1978 dal dott. Stefano Benemeglio.

Sin da bambino sono sempre stato appassionato di ipnosi e di comunicazione. Ho iniziato con i libri di Milton Erickson, per poi scoprire la Programmazione Neuro Linguistica che mi ha accompagnato, nonostante le sue lacune, per diversi anni. Come autodidatta ho studiato in modo approfondito anche Dianetics di Ron Hubbard che è davvero efficace come strumento regressivo per le problematiche mentali dell’uomo.

Nel 2000 ho conosciuto Stefano Benemeglio ad un Workshop del CID CNV e da allora mi sono appassionato e direi addirittura innamorato delle Discipline Analogiche della Psicologia Analogica; che attualmente ritengo sia lo strumento migliore per una perfetta comunicazione con gli altri e con se stessi.

Ho da sempre usato il mio sapere in questo campo per me stesso, come passione personale diciamo, non mi era mai sfiorato il pensiero di farlo come lavoro. Infatti, avevo un’azienda che operava nel settore informatico.

Nel 2014 venni truffato da un finto commercialista, potrei definirlo un vero artista della comunicazione e della truffa. Ho capito che nonostante i miei studi ero stato raggirato e abbindolato. Non capivo come avesse fatto a non farmi vedere chi fosse lui in realtà, come io potessi fidarmi ciecamente di lui. Allora mi resi conto che il problema ero io.

Semplicemente avevo dei turbamenti irrisolti che lui usava per plasmare la mia realtà e nascondere le sue intenzioni. Comunque, sarebbe troppo lunga da raccontare, quello fu il mio primo passo per divulgare il mio sapere e provare ad evitare che succedesse ad altri quello che è capitato a me.

Negli ultimi anni ho frequentando più assiduamente l’Istituto di Psicologia Analogica e ho approfondito le mie conoscenze con affascinanti materie come: “la Comunicazione Analogica, la Filosofia Analogica e l’Ipnosi non Verbale”, integrando queste meravigliose e funzionali discipline analogiche ai miei studi precedenti ho dato vita a un vero e proprio strumento di comunicazione che plasma l’individuo che lo studia con fervida applicazione, trasformandolo in una persona carismatica, affascinante e persuasiva, ma soprattutto onesta.

***

Se dovesse formare una persona, di modo tale da renderla più persuasiva, ma potesse trasmettere unicamente due concetti, tecniche o principi, ed avesse un tempo “contenuto” a disposizione, quali sceglierebbe e come strutturerebbe l’attività formativa? 

Di sicuro si dovrebbero apprendere le basi della Comunicazione Analogica. Già con la conoscenza della distonia tra desiderio e possesso insita nella mente dell’individuo si è di sicuro più persuasivi.

Questo potrebbe bastare per “agganciare” un cliente, o in ambito seduttivo. I due concetti che potrei trasmettere sono certamente: le strutture psicologiche dell’individuo e le sue distonie.

Comprendendo come stimolare l’interlocutore si diventa sicuramente più persuasivi e ottenere più facilmente assenso e consenso. Già dopo solo un giorno di formazione che potrebbe essere di 4 + 4 ore di formazione, l’allievo è in grado di ottenere il consenso dal suo interlocutore più facilmente.

Nelle prime quattro ore di formazione apprende come gestire la distonia tra desiderio e possesso insita nell’individuo e le restanti quattro le strutture psicologiche base regolate dai simboli penalizzanti.

Ovviamente con un percorso base completo di cinque giorni sicuramente si è in grado di fare molto di più. Questo aldilà di ogni forma di manipolazione o coercizione, chi si applica in questa disciplina semplicemente diventa consapevole dei bisogni altrui e opera di conseguenza. Si diventa naturalmente attenti al prossimo, si comprendono quasi in tempo reale eventuali malintenzionati, addirittura si riesce a comprendere per quale motivo le persone fanno quello che fanno e ad evitare di essere sopraffatti o manipolati.

***

Se dovesse consigliare 3 libri, oltre i suoi, a chi aspira a diventare più persuasivo, quali consiglierebbe? 

Per chi aspira a comunicare in modo persuasivo, di sicuro nella sua libreria assolutamente ci deve essere “Compendio Delle Discipline Analogiche Benemegliane” di Alessandra Bertelli e Stefano Benemeglio.

Consiglio anche “La Vendita Analogica” di Andrea e Stefano Benemeglio e “Il Potere del Gesto” degli stessi autori. Sono libri che purtroppo sono molto tecnici, ma insegnano moltissimo.

Ovviamente per comprendere queste materie in modo semplice consiglio di leggere la collana “Inside and Outside” di cui gli autori siamo io e Valentina Alba: “Libro Primo”, “La Seduzione Emotiva” e “Due Chiacchere con l’inconscio” (l’errore nel titolo è voluto).

***

Se dovesse consigliare dei corsi, oltre i suoi, a chi aspira a diventare più persuasivo, quali consiglierebbe? 

Per chi ha interesse ad avvicinarsi a questo mondo, sicuramente consiglierei il corso di “Comunicazione Analogica interattiva” del CID CNV di Milano o nelle varie sedi di UPDA in Italia.

Altri corsi potrebbero essere per esempio il “Practitioner di Programmazione Neuro Linguistica”, se lo si considera come inizio del percorso può andare. Anche un corso di “Comunicazione Non Verbale” può essere di aiuto. Poi ovviamente ci sono i nostri seminari e workshop che sono dei veri e propri percorsi formativi a costi contenuti.

***

Se qualcuno dei lettori fosse interessato a sapere qualcosa in più su di lei e sui suoi corsi, che parole dovrebbe digitare su google per contattarla? 

Solitamente i nostri utenti ci trovano sui motori di ricerca digitando parole come: Pietro Sangiorgio, Valentina Alba, Inside and Outside, insideoutside, comunicazione emotiva, libro primo, la seduzione emotiva, comunicare dentro e fuori.

***

La ringrazio per la partecipazione a questa intervista, facendo presente a chi ci legge che può contattarla direttamente per avere informazioni sulle sue attività.

Letto 1060 volte