Scrivici per acquistare una prima consulenza compilando il Modulo contatti (CLICCA QUI)

 

Email Segretaria@networkdlp.it

 

 

Pianificazione Fiscale Internazionale per le Aziende. Ottimizzazione Fiscale Internazionale. Tax Planning. Tax Optimization. Strategie di riduzione fiscale.

Scritto da
Vota l'articolo!
(2 voti)

Pianificazione Fiscale Internazionale per le Aziende. Ottimizzazione Fiscale Internazionale. Tax Planning. Tax Optimization. Strategie di riduzione fiscale.

***

Prima di esaminare nel concreto il testo del contributo, se è la tua prima volta qui, ecco

ALCUNI DEI SERVIZI DEI PROFESSIONISTI

DEL NOSTRO NETWORK

DIPARTIMENTO TRIBUTARISTI

 Ti difendiamo da cartelle, avvisi di accertamento o verifiche fiscali, e combattiamo nel processo per farti ottenere l’annullamento o ti rappresentiamo per trovare un accordo con l'Agenzia delle Entrate e ridurre il debito;

 Ti aiutiamo, grazie agli strumenti della pianificazione internazionale ed all’ottimizzazione fiscale internazionale: - a proteggere il tuo patrimonio, conti correnti, immobili, beni, e renderli "intoccabili", con trust, società estere od altri strumenti avanzati di protezione; - a ridurre o azzerare le tasse pianificando il trasferimento all'estero della tua impresa, attività e/o dei tuoi assets, aprendo società estere, o trasferendo la tua residenza fiscale all'estero, utilizzando tutti i paradisi fiscali a tuo vantaggio; - a creare un PIANO B, per tutelarti qualsiasi cosa accada in Europa, anche acquisendo molteplici permessi esteri di residenza permanente o di lungo periodo, o persino seconde cittadinanze;

Se non sei ancora pronto per una consulenza diretta con noi, ma vuoi ugualmente fare qualcosa per pagare molte meno tasse e contributi con l’ottimizzazione fiscale internazionale, puoi iniziare acquistando su Amazon il libro “I segreti dell’ottimizzazione fiscale internazionale” scritto dall’Avv. Federico Pau, cliccando sul seguente link https://www.amazon.it/dp/B0C2S9ZYNB disponibile sia in formato cartaceo che digitale.

DIPARTIMENTO PENALISTI

 Ti difendiamo e creiamo per te la strategia migliore per arrivare alla tua assoluzione totale.

DIPARTIMENTO CIVILISTI

 Ti aiutiamo a far valere le tue ragioni, e puoi affidarci il compito di scrivere e diffidare o “denunciare” - in qualità di tuoi avvocati - chi non ti ha pagato o chi ti sta recando un danno od un disagio.

Se sei un professionista e vuoi unirti al network clicca qui.

*** 

1. Cos'è la Pianificazione Fiscale Internazionale?

La pianificazione fiscale internazionale si riferisce all'approccio strategico adottato dalle imprese per massimizzare le riduzioni fiscali attraverso metodi legittimi, evitando pratiche di elusione penalizzata o evasione fiscale. La PIANIFICAZIONE FISCALE si concentra spesso sull'allocazione dei ricavi e sulla diversione dei profitti, con l'obiettivo di ridurre il carico fiscale complessivo.

 

2. Esempi e Metodologie

Un esempio noto di strategia di pianificazione fiscale aggressiva è il "Double Irish with Dutch sandwich". Questa metodologia sfrutta le lacune tra i vari sistemi fiscali per ottenere vantaggi fiscali.

 

3. L'Importanza della Pianificazione Fiscale

Con l'espansione globale delle aziende e la crescente competizione, le multinazionali hanno dovuto adattare le loro strutture organizzative. Questo ha portato alla nascita di modelli aziendali globali integrati, mirati a penetrare i mercati, creare sinergie e ridurre i costi. Tuttavia, la diversità dei sistemi fiscali ha portato in alcuni casi ad identificare opportunità di riduzione delle tasse.

 

4. La Risposta delle Multinazionali

Di fronte a queste sfide, le multinazionali hanno adottato strategie di pianificazione fiscale internazionale e ottimizzazione fiscal. Queste strategie sfruttano le discrepanze e differenze tra i sistemi fiscali per ottenere un'imposizione fiscale migliore, meno onerosa, sia economicamente che, in alcuni casi, dal punto di vista burocratico. Nonostante ciò, alcuni approcci estremi hanno portato a pratiche aggressive di pianificazione fiscale.

 

5. Globalizzazione Economica vs. Sistemi Fiscali Nazionali

Mentre l'economia diventa sempre più globalizzata, i sistemi fiscali rimangono legati ai singoli paesi. Alcuni paesi hanno utilizzato incentivi fiscali come mezzo per attrarre investimenti nel proprio Paese e ampliare la base imponibile, in alcuni casi determinando la forte crescita economica di quella Nazione.

 

6. Adattamento e Strategia delle Multinazionali

Le multinazionali hanno dovuto rivedere le loro strutture per beneficiare di tassi di imposizione più bassi e sfruttare le convenzioni contro la doppia imposizione. Questo articolo esplora le modalità attraverso le quali le aziende ed i privati facoltosi possono implementare efficacemente la pianificazione fiscale internazionale.

 

Strategie di Ottimizzazione Fiscale per le Imprese

 

1. Cos'è la Pianificazione Fiscale?

La pianificazione fiscale è l'arte di organizzare e gestire le finanze e le operazioni aziendali per minimizzare le obbligazioni fiscali, sempre nel rispetto delle leggi vigenti. Questa pratica richiede una profonda conoscenza delle leggi fiscali e delle opportunità offerte dal sistema per massimizzare agevolazioni e detrazioni. L'obiettivo è assicurare un'efficienza fiscale, evitando penalità derivanti da interpretazioni errate delle norme.

 

2. Pianificazione Fiscale per le Imprese

Le imprese dovrebbero adottare una metodologia di analisi e ricerca per determinare le migliori strategie fiscali. Questo comporta l'osservanza delle leggi fiscali e la riduzione della base imponibile per minimizzare le tasse. In sintesi, la pianificazione fiscale è uno strumento legale che aiuta le imprese a ottimizzare le loro obbligazioni fiscali annuali.

 

3. Obiettivi della Pianificazione Fiscale:

L'obiettivo principale è ridurre la base imponibile e, di conseguenza, il carico fiscale. Questo può essere realizzato sfruttando vari meccanismi offerti dalla legge, tra cui:

 

Deduzioni dalla base imponibile: Costi o spese deducibili dalla base imponibile prima di calcolare le tasse. Esempio: Un avvocato deduce le spese per l'acquisto di software legale.

Regimi fiscali speciali: Offrono un trattamento fiscale preferenziale. Esempio: Il regime forfettario per le start-up in Italia con tasse ridotte.

Crediti d'imposta: Riduzioni delle tasse dovute, spesso legate a specifici investimenti. Esempio: Crediti per investimenti in ricerca e sviluppo.

Esenzioni: Redditi non tassabili. Esempio: Interessi su alcuni titoli di Stato esenti da tasse.

Differimento fiscale: Tattiche per ritardare il pagamento delle tasse. Esempio: Una società reinveste gli utili, posticipando la tassazione.

Trasferimento di profitti: Muovere profitti verso paesi con tassazione più bassa. Esempio: Una multinazionale sposta profitti verso una filiale in un paese con tasse minori.

Entità ibride: Entità con classificazioni fiscali diverse tra paesi. Esempio: Una società vista come trasparente in un paese e come imponibile in un altro.

 

Sfide della Pianificazione Fiscale Aggressiva

 

La linea di demarcazione tra una pianificazione fiscale legittima e una pianificazione fiscale internazionale di natura aggressiva è sottile e frequentemente al centro di discussioni. Sebbene entrambe le strategie abbiano l'obiettivo di alleggerire il carico fiscale di un'organizzazione, differiscono notevolmente nel loro modus operandi.

 

1. Pianificazione Fiscale Legittima

La pianificazione fiscale legittima implica l'adozione di strumenti e tattiche espressamente previsti dalla normativa per ottimizzare il carico fiscale. Questo tipo di pianificazione è non solo legale, ma spesso anche incentivata, dato che le normative fiscali sono strutturate per offrire specifici vantaggi e stimoli al fine di sostenere determinate iniziative economiche o investimenti.

Esempio: Una società potrebbe optare per investire maggiormente in ricerca e sviluppo (R&D) per beneficiare di un credito d'imposta proposto dallo Stato per incentivare l'innovazione.

 

2. Pianificazione Fiscale Aggressiva

D'altro canto, la pianificazione fiscale aggressiva mira a sfruttare le zone grigie o le incertezze presenti nelle leggi fiscali di vari paesi per minimizzare le tasse. Anche se tali tattiche possono rientrare nella legalità, spesso si avvicinano al confine dell'illiceità e possono essere viste come in contrasto con l'intento originale della legge.

Esempio: Una grande azienda potrebbe decidere di spostare i suoi profitti da una succursale situata in un paese con tasse elevate a un'altra in una nazione con tasse ridotte, utilizzando prezzi di trasferimento gonfiati ad hoc.

 

Pianificazione Fiscale: Dalla Legittimità all'Ambiguità

 

1. Pianificazione Fiscale Lecita vs. Aggressiva

Se da un lato la pianificazione fiscale legittima è una pratica riconosciuta e spesso promossa, dall'altro, la pianificazione fiscale internazionale di tipo aggressivo suscita dubbi e preoccupazioni tra le autorità fiscali e il pubblico. L'OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) ha lanciato un progetto per contrastare l'erosione della base imponibile e il trasferimento dei profitti (BEPS) per rispondere a tali tattiche aggressive. Le aziende, pertanto, dovrebbero agire con prudenza, avendo una chiara comprensione delle normative fiscali e delle possibili conseguenze delle loro scelte in materia di pianificazione fiscale.

 

2. Pianificazione Fiscale: Navigare tra Elusione ed Evasione

Nel contesto della pianificazione fiscale, è fondamentale distinguere tra elusione ed evasione fiscale, al fine di riconoscere le pratiche di pianificazione fiscale più aggressive.

 

Evasione Fiscale:

L'evasione è un atto fraudolento e illegale che viola le leggi vigenti. Comprende tutte le azioni del contribuente volte a eludere intenzionalmente le leggi, in particolare con l'obiettivo di evitare il pagamento delle tasse. L'evasione si manifesta quando non si può determinare l'obbligo fiscale di un contribuente a causa della sua mancata conformità alle leggi. Questo può portare a non pagare le tasse dovute o a non dichiarare le entrate e le spese correttamente.

 

All'interno dell'evasione, è possibile distinguere tra diverse tipologie di omissioni, a seconda della loro gravità. Ad esempio, un contribuente potrebbe non presentare la dichiarazione dei redditi o fornire dichiarazioni false. Nel primo caso, si tratta di omissioni legali con conseguenze stabilite dalla legge. Nel secondo caso, si tratta di frode fiscale, un tipo di evasione sanzionata dalla legge, in cui vengono fornite intenzionalmente dichiarazioni false o si effettuano operazioni simulate.

 

Elusione Fiscale: Una Pratica al Limite della Legalità

 

1. Definizione di Elusione Fiscale

L'elusione fiscale si colloca in una zona grigia tra la legalità e l'illegalità. Anche se non rappresenta una violazione diretta delle leggi, l'elusione mira a ridurre le obbligazioni fiscali sfruttando le lacune o le ambiguità presenti nella normativa. La percezione e la definizione di elusione possono variare a seconda delle politiche e delle interpretazioni delle autorità fiscali di ciascun paese.

 

2. Caratteristiche dell'Elusione Fiscale

L'elusione può manifestarsi sia a livello nazionale che internazionale e presenta alcune caratteristiche distintive:

 

Artificiosità delle Operazioni: Le transazioni sono spesso complesse e mirano a ottenere vantaggi fiscali pur avendo un legittimo interesse economico.

Interpretazione Distorta della Legge: L'elusione sfrutta le ambiguità o le omissioni nella normativa per ottenere benefici fiscali.

L'obiettivo dell'elusione non è agire illegalmente, ma sfruttare le lacune legislative in modi che il legislatore non aveva previsto. Questo comportamento può violare principi fondamentali come l'equità e la non discriminazione.

 

3. Elusione vs. Pianificazione Fiscale

Distinguere tra elusione e legittima pianificazione fiscale può essere complesso. Entrambe le pratiche mirano a ridurre le obbligazioni fiscali, ma mentre la pianificazione fiscale cerca di rimanere in linea con l'intento della legge, l'elusione va contro lo spirito della normativa. La differenza risiede spesso nell'interpretazione delle leggi. Alcuni criteri utili per identificare l'elusione includono:

Test dell'Intenzionalità: L'individuo sfrutta le leggi per ottenere benefici fiscali che avrebbe ottenuto con altre operazioni.

Test dell'Artificialità: Le operazioni sono complesse e mirano a sfruttare le lacune legislative.

Test del Beneficio: L'elusione solitamente offre significativi vantaggi economici e richiede l'intervento di esperti fiscali.

Test della Giustizia: Le operazioni sono percepite come ingiuste o inaccettabili dal punto di vista etico.

Con questa rielaborazione, ho cercato di presentare le informazioni in modo più strutturato e chiaro, mettendo in evidenza le principali caratteristiche e sfide associate all'elusione fiscale.

 

Spostamento di Profitti verso Paradisi Fiscali

 

1. Fattori di Attrazione dei Paradisi Fiscali

Le aziende sono spesso attratte dai paradisi fiscali per vari motivi, tra cui:

Tassazione Minima: Molti paradisi fiscali offrono tassazione zero o molto bassa.

Scarso Scambio di Informazioni: Questi paesi spesso non cooperano attivamente con altre nazioni in materia fiscale.

Opacità Amministrativa: Le autorità locali possono non operare con la dovuta trasparenza.

Limitata Attività Economica Reale: Le attività svolte in questi paesi sono spesso solo nominali e non hanno una vera sostanza economica.

Sebbene sia difficile identificare con precisione quali paesi vengano scelti dalle aziende per stabilire entità legali, ci sono alcune giurisdizioni tradizionalmente note come paradisi fiscali. In generale, un'elevata movimentazione di capitali, specialmente se rappresenta una parte significativa del PIL del paese, può essere un segnale di potenziali pratiche elusive o evasive.

 

2. Pianificazione Fiscale Internazionale: Metodi e Strategie

A livello globale, in assenza di misure specifiche contro l'elusione, la pianificazione fiscale si concentra sulla gestione e l'allocazione dei redditi. Questo può includere:

Generazione di Reddito: Decidere di stabilire basi imponibili in paesi con tassazione favorevole o che offrono regimi fiscali speciali.

Riduzione del Reddito: Ottimizzare deduzioni ed esenzioni per massimizzare i costi deducibili nei paesi con tassazione elevata e aumentare il reddito imponibile nei paesi con tassazione bassa.

Reindirizzamento del Reddito: Trasferire profitti da paesi con tassazione elevata a quelli con tassazione ridotta.

Combinazione di Strategie: Utilizzare una combinazione delle tattiche sopra menzionate per ottenere il massimo beneficio fiscale.

 

Generazione del Reddito: Strumenti e Strategie

 

1. Creazione di Reddito e Strumenti Fiscali

La generazione del reddito si basa sull'adozione degli strumenti fiscali più vantaggiosi in un determinato paese, con l'obiettivo di condurre attività economiche e produrre reddito in tale contesto. Questo processo implica la selezione della struttura giuridica più appropriata per l'attività, come ad esempio scegliere tra una filiale (branch) o una società controllata (sussidiaria). Nel contesto della pianificazione fiscale internazionale, le società holding possono anche rappresentare un efficace veicolo per raggiungere gli obiettivi desiderati.

 

2. Filiale o Società Controllata?

La scelta tra una filiale e una società controllata comporta diverse implicazioni fiscali:

 

Vantaggi della Filiale:

Le perdite operative di una filiale possono essere dedotte dalla società madre, mentre le perdite di una società controllata estera generalmente non possono essere trasferite alla società madre.

Non vi sono imposte indirette sul trasferimento di capitale in una filiale.

Il rientro degli utili da una filiale è solitamente più agevole dal punto di vista fiscale rispetto alla distribuzione di dividendi da una società controllata. Questo perché spesso non vi è una ritenuta alla fonte, a meno che il paese in cui si trova la filiale non applichi una tassa sui profitti della filiale, come avviene negli Stati Uniti.

È importante notare che queste considerazioni possono variare in base alla "branch exemption", un'opzione che prevede la tassazione delle filiali esclusivamente nel paese di origine del reddito. Ciò significa che gli utili o le perdite generati da ogni filiale potrebbero essere esenti da tassazione per la società madre.

 

Holding Intermedie e Pianificazione Fiscale Internazionale

 

1. Holding Intermedie:

Le holding intermedie sono spesso impiegate come strumenti nell'ambito della pianificazione fiscale internazionale. Queste società possono beneficiare di specifici regimi fiscali, come ad esempio:

 

Tassazione dei Dividendi: Le holding possono godere di esenzioni o crediti d'imposta sui dividendi ricevuti.

Plusvalenze: Possono beneficiare di regimi favorevoli sulla tassazione delle plusvalenze derivanti dalla vendita di partecipazioni.

Ritenute alla Fonte: Grazie ai trattati internazionali, possono applicare ritenute ridotte sui pagamenti effettuati.

 

2. Società Conduit:

Le società conduit sono veicoli societari utilizzati per canalizzare redditi da paesi con tassazione elevata verso paesi con tassazione più bassa. Esistono due tipologie principali:

 

Direct Conduits: Queste includono holding intermedie, società finanziarie e società di royalty.

Stepping Stones: Queste società accumulano elevate spese (come interessi, royalties e commissioni di gestione) che vengono poi pagate a un'altra società conduit in un paese con un regime fiscale favorevole o esente da tassazione.Questa strategia permette di combinare la generazione di reddito nel paese della società "stepping stone" e la riduzione del reddito nel paese della società pagante.

Esempio di Direct Conduits:

Immaginiamo una società Alfa, residente nello Stato X, che riceve dividendi, interessi e royalties da una società Beta, residente nello Stato Y. In base al trattato tra lo Stato X e lo Stato Y, la società Alfa può beneficiare di esenzioni o riduzioni delle ritenute alla fonte applicate nello Stato Y. Tuttavia, la società Alfa è interamente posseduta da una società Gamma, residente in un terzo Stato, che non avrebbe diritto ai benefici del trattato tra lo Stato X e lo Stato Y. Nonostante ciò, la società Gamma beneficia indirettamente di questi vantaggi. Quando la società Gamma riceve il reddito, si realizza una combinazione di strategie fiscali, sia nella generazione che nella ridistribuzione del reddito.

 

Strategie di Assegnazione del Reddito

 

1. Assegnazione del Reddito: Concetti Base

L'assegnazione del reddito riguarda la strategia di massimizzare le deduzioni e le esenzioni in modo da aumentare le spese deducibili nei paesi con tassazione elevata e incrementare la base imponibile in quelli con tassazione ridotta. L'obiettivo principale è minimizzare la base imponibile nel paese debitore attraverso spese deducibili come interessi, royalties, commissioni di gestione e premi assicurativi. Questo può essere realizzato attraverso tecniche come il leveraged financing e la thin capitalization.

 

2. Leveraged Financing:

Il leveraged financing è una strategia che prevede l'avvio di un'attività in un paese attraverso l'acquisizione di debiti. Tipicamente, i prestiti provengono da società affiliate in paesi con tassazione ridotta, permettendo la deduzione degli interessi nel paese debitore (ad alta tassazione) e la percezione di interessi nel paese creditore (a bassa tassazione). Se il paese creditore adotta un regime di tassazione di gruppo, ulteriori vantaggi fiscali possono emergere, come la compensazione delle perdite con gli utili di altre società affiliate.

 

3. Thin Capitalization:

La thin capitalization si verifica quando una società opera principalmente attraverso debiti piuttosto che attraverso capitale proprio. Questa strategia è particolarmente efficace per le società affiliate di gruppi internazionali. Una società è considerata "sottocapitalizzata" quando ha un elevato rapporto debito/capitale, spesso a causa di prestiti da parte di società madri o affiliate. Questa tattica permette di ottenere deduzioni sugli interessi e di ridurre la base imponibile nel paese debitore. Inoltre, la thin capitalization offre vantaggi come ritenute ridotte sugli interessi rispetto ai dividendi e l'evitamento di doppie tassazioni.

 

Le strategie di assegnazione del reddito, come il leveraged financing e la thin capitalization, sono tecniche avanzate di pianificazione fiscale utilizzate dalle multinazionali per ottimizzare la loro posizione fiscale. Tuttavia, è essenziale che le società siano consapevoli delle leggi e delle normative fiscali dei paesi in cui operano per garantire che queste strategie siano implementate in modo legittimo e efficace.

 

Società di Assicurazione Captive: Una Panoramica

 

1. Introduzione alle Captive Insurance Companies:

Le Captive Insurance Companies sono entità create specificamente per fornire coperture assicurative a società correlate situate in paesi con tassazione elevata. Queste società di assicurazione sono generalmente stabilite in paesi con tassazione ridotta e possono offrire coperture per rischi che le tradizionali compagnie assicurative potrebbero rifiutare o per fornire coperture più ampie rispetto a quelle disponibili sul mercato.

 

2. Obiettivi delle Captive Insurance Companies:

L'obiettivo principale è dedurre i premi pagati alla società di assicurazione captive come spese operative, generando così utili nel paese in cui la captive è situata e riducendo contemporaneamente i profitti nel paese da cui provengono i premi. Queste società possono anche essere utilizzate per attività come il trasporto e la distribuzione.

 

3. Diversificazione e Allocazione del Reddito:

Quando si tratta di allocare redditi tra diversi paesi, strumenti come le holding companies e altre entità intermedie sono spesso utilizzati. Queste holding possono essere situate in paesi che offrono regimi fiscali favorevoli, come la partecipation exemption, o in paesi con tassazione ridotta. Altre tecniche includono la diversione del reddito attraverso il commercio o l'uso di trattati fiscali per sfruttare le differenze tra le legislazioni fiscali dei paesi.

 

4. Treaty Shopping:

Il treaty shopping è una strategia che mira a sfruttare i benefici dei trattati fiscali tra paesi. Questo viene fatto creando un'entità in un paese specifico, permettendo così a un investitore di un terzo paese di beneficiare dei vantaggi fiscali offerti dal trattato tra il paese ospitante e un altro paese. Questa entità interposta è spesso chiamata "conduit company".

 

5. Esempio Pratico:

Immagina una società in un paese con tassazione ridotta che desidera investire in Giappone. Invece di farlo direttamente, la società potrebbe canalizzare i suoi investimenti attraverso una società appositamente creata in Lussemburgo. Questa società riceverebbe interessi dal Giappone e pagherebbe interessi quasi equivalenti alla società nel paese a bassa tassazione. Grazie al trattato tra Lussemburgo e Giappone, la ritenuta sulle entrate giapponesi sarebbe ridotta, mentre il Lussemburgo non applicherebbe ritenute sulle uscite.

 

International Tax Planning: Decifrare il "Double Irish with Dutch Sandwich"

 

Il "Double Irish with Dutch Sandwich" è una strategia di pianificazione fiscale che ha suscitato molta attenzione e dibattito. Questa tattica, ora obsoleta ma un tempo popolare tra le grandi multinazionali, sfruttava le lacune e le incongruenze tra le legislazioni fiscali di diversi paesi. Ecco come funzionava:

 

Prima Società Irlandese: Una multinazionale avrebbe istituito una società in Irlanda (chiamiamola Società A). Questa società deteneva i diritti di proprietà intellettuale, come brevetti o marchi, ma era controllata da una sede in un paradiso fiscale, come le Bermuda.

Seconda Società Irlandese: Una seconda società (Società B) veniva poi creata in Irlanda. Questa società pagava diritti di licenza alla Società A per l'uso della proprietà intellettuale. Gli enormi pagamenti di licenza riducevano i profitti della Società B in Irlanda, riducendo così le tasse pagate in Irlanda.

2. Il Panino Olandese:

Prima che i profitti raggiungessero il paradiso fiscale, venivano "instradati" attraverso una società nei Paesi Bassi. Questo passaggio sfruttava un trattato fiscale tra l'Irlanda e i Paesi Bassi, riducendo ulteriormente le tasse. La società olandese riceveva i pagamenti di licenza dalla Società B e, dopo aver trattenuto una piccola commissione, trasferiva la maggior parte dei fondi alla Società A nelle Bermuda.

 

3. Il Risultato Finale:

I profitti, ora nelle Bermuda attraverso la Società A, rimanevano in gran parte non tassati, dato che le Bermuda non hanno imposte sul reddito delle società.

 

Perché era così popolare?

Questo schema era attraente per le multinazionali perché permetteva loro di ridurre significativamente le loro passività fiscali. Tuttavia, a causa delle crescenti preoccupazioni sulla pianificazione fiscale aggressiva e sulla perdita di entrate fiscali, l'Irlanda ha annunciato nel 2014 che avrebbe chiuso questa lacuna, rendendo il "Double Irish with Dutch Sandwich" non più praticabile per le nuove società dal 2015 e per tutte le società dal 2020.

 

Conclusione:

Il "Double Irish with Dutch Sandwich" è un esempio emblematico di come le multinazionali possano sfruttare le incongruenze tra le legislazioni fiscali dei paesi. Sebbene questa specifica strategia non sia più utilizzabile, sottolinea l'importanza di una riforma fiscale globale e di una maggiore trasparenza nelle pratiche fiscali internazionali.

 

Decodificare il "Double Irish with Dutch Sandwich"

 

Il "Double Irish with Dutch Sandwich" è una strategia di pianificazione fiscale che ha fatto molto parlare di sé. Ecco una spiegazione semplificata di come funzionava:

 

1. L'Inizio in Irlanda:

 

Società Alfa (USA) cede i diritti di un brevetto alla Società Beta (Irlanda), che ha una filiale alle Bermuda. In cambio, Alfa riceve un piccolo canone.

Società Beta (Irlanda) concede una sub-licenza alla Società Gamma (Olanda), che a sua volta concede una sub-licenza alla Società Delta (Irlanda).

2. Il Movimento dei Soldi:

 

Società Delta, operante sul mercato, paga royalties alla Società Gamma per l'uso del brevetto. Questi pagamenti riducono le tasse della Delta in Irlanda.

Società Gamma invia la maggior parte di queste royalties alla filiale della Società Beta alle Bermuda, trattenendo solo una piccola commissione.

3. Il Risultato:

I profitti finiscono alle Bermuda, dove non sono tassati, grazie alla filiale della Società Beta.

 

Benefici per Tutti?

L'Irlanda ha attratto molte aziende grazie a questo schema, creando posti di lavoro. L'Olanda ha beneficiato di intermediari e le Bermuda hanno incassato profitti non tassati. Anche gli USA, in un certo senso, ne hanno tratto vantaggio, poiché le loro aziende hanno potuto competere meglio a livello globale.

 

Il Problema Finale:

Come far rientrare questi profitti negli USA? Alcune soluzioni potrebbero includere l'emissione di nuove azioni o l'acquisizione di altre società, che vengono poi cedute alla consociata off-shore.

 

Critiche e Cambiamenti:

Questo schema ha attirato molte critiche. Organizzazioni come l'OCSE hanno cercato di affrontare tali strategie attraverso iniziative come il progetto BEPS. L'Irlanda e l'Olanda hanno apportato modifiche alle loro leggi fiscali per chiudere le lacune sfruttate da questa strategia.

 

In sintesi, il "Double Irish with Dutch Sandwich" era un modo ingegnoso per le aziende di ridurre le loro passività fiscali, ma ha anche sollevato domande sulla giustizia e l'equità del sistema fiscale internazionale.

 

 

Disallineamento Ibrido e Tattiche Fiscali Aggressive

 

Il "disallineamento ibrido" si manifesta quando le discrepanze nel trattamento fiscale tra due nazioni conducono a esiti fiscali incoerenti. Queste incongruenze possono essere sfruttate per ottenere benefici fiscali, come deduzioni doppie o deduzioni senza una corrispondente inclusione di reddito. Questo tipo di strategia è al centro delle preoccupazioni del progetto BEPS (Base Erosion and Profit Shifting) promosso dall'OCSE.

 

Ecco una panoramica sul disallineamento ibrido:

 

Strutture Ibride: Immagina che una società A in un paese X fornisca un finanziamento alla sua sussidiaria B in un paese Y. Se X vede questa operazione come un debito (rendendo gli interessi deducibili) e Y come capitale (trattando gli interessi come dividendi non deducibili), potrebbe emergere una situazione in cui gli interessi sono dedotti in X ma non tassati in Y.

Entità Ibride: Una società potrebbe essere vista come trasparente (non tassata) in un paese e come entità tassabile in un altro. Ciò può portare a situazioni in cui i profitti sono dedotti in un paese ma non considerati tassabili nell'altro.

Deduzione Senza Inclusione: Si verifica quando una spesa è deducibile in un paese ma non è considerata reddito imponibile in un altro. Ad esempio, se una società paga interessi a una filiale estera e questi sono deducibili nel paese di origine ma esenti nel paese destinatario, si ha una deduzione senza inclusione.

Deduzione Doppia: In certe situazioni, una spesa può essere dedotta in entrambi i paesi coinvolti. Se una spesa è deducibile sia per la società madre che per la filiale, si ha una deduzione doppia.

L'OCSE, con il progetto BEPS, ha messo in atto misure per affrontare le problematiche del disallineamento ibrido. L'intento è neutralizzare gli effetti delle strutture ibride che capitalizzano sulle differenze tra i sistemi fiscali per ottenere vantaggi.

 

In sintesi, sebbene le strutture ibride possano avere valide ragioni commerciali, è fondamentale che le imprese e i professionisti del settore fiscale siano al corrente delle potenziali implicazioni e dei rischi associati all'uso di tali meccanismi in ambito globale.

 

Domande Frequenti (FAQ) sulla Pianificazione Fiscale Internazionale

 

Cos'è l'elusione fiscale?

L'elusione fiscale si riferisce a pratiche legali che mirano a ridurre l'obbligazione fiscale di un'entità. Sebbene sia legale, l'elusione può andare contro lo spirito della legge.

Che differenza c'è tra elusione fiscale e pianificazione fiscale?

Mentre l'elusione fiscale opera entro i confini della legalità per ridurre le tasse, la pianificazione fiscale si sforza di organizzare le finanze in modo da minimizzare la responsabilità fiscale, rimanendo coerente con lo scopo della normativa fiscale.

Cos'è il "Profit shifting nei paradisi offshore"?

Si tratta di una strategia in cui le aziende spostano i loro profitti verso paesi con regimi fiscali favorevoli (paradisi fiscali) per ridurre le loro tasse.

Che cos'è una "società assicurativa captive"?

È una società di assicurazione creata principalmente per assicurare i rischi di società correlate, spesso situata in un paese con un regime fiscale favorevole.

Come funzionava lo schema "Double Irish with Dutch Sandwich"?

Era una strategia di pianificazione fiscale che coinvolgeva due società in Irlanda e una in Olanda, combinata con una branch in un paradiso fiscale, per ridurre le tasse.

Cos'è il "disallineamento da ibridi"?

Si riferisce a situazioni in cui le differenze nel trattamento fiscale tra due paesi portano a risultati fiscali non coordinati, spesso sfruttati per ottenere vantaggi fiscali.

Cos'è il "leveraged financing"?

È uno strumento di pianificazione fiscale utilizzato per avviare un'attività economica in uno stato attraverso l'indebitamento, spesso con finanziamenti da società correlate in paesi a bassa tassazione.

Che cos'è la "thin capitalization"?

Si verifica quando una società opera principalmente attraverso l'uso di debiti piuttosto che attraverso il capitale proprio, spesso per ottenere vantaggi fiscali.

Cos'è il "treaty shopping"?

Si tratta di una strategia in cui si cerca di sfruttare i benefici dei trattati fiscali tra paesi, creando strutture che permettono di accedere a vantaggi fiscali non altrimenti disponibili.

L'OCSE ha preso provvedimenti contro queste strategie di pianificazione fiscale?

Sì, l'OCSE, attraverso il suo progetto BEPS (Base Erosion and Profit Shifting), ha cercato di affrontare queste e altre strategie di pianificazione fiscale aggressive.

***

Prima di esaminare nel concreto il testo del contributo, se è la tua prima volta qui, ecco

ALCUNI DEI SERVIZI DEI PROFESSIONISTI

DEL NOSTRO NETWORK

DIPARTIMENTO TRIBUTARISTI

 Ti difendiamo da cartelle, avvisi di accertamento o verifiche fiscali, e combattiamo nel processo per farti ottenere l’annullamento o ti rappresentiamo per trovare un accordo con l'Agenzia delle Entrate e ridurre il debito;

 Ti aiutiamo, grazie agli strumenti della pianificazione internazionale ed all’ottimizzazione fiscale internazionale: - a proteggere il tuo patrimonio, conti correnti, immobili, beni, e renderli "intoccabili", con trust, società estere od altri strumenti avanzati di protezione; - a ridurre o azzerare le tasse pianificando il trasferimento all'estero della tua impresa, attività e/o dei tuoi assets, aprendo società estere, o trasferendo la tua residenza fiscale all'estero, utilizzando tutti i paradisi fiscali a tuo vantaggio; - a creare un PIANO B, per tutelarti qualsiasi cosa accada in Europa, anche acquisendo molteplici permessi esteri di residenza permanente o di lungo periodo, o persino seconde cittadinanze;

Se non sei ancora pronto per una consulenza diretta con noi, ma vuoi ugualmente fare qualcosa per pagare molte meno tasse e contributi con l’ottimizzazione fiscale internazionale, puoi iniziare acquistando su Amazon il libro “I segreti dell’ottimizzazione fiscale internazionale” scritto dall’Avv. Federico Pau, cliccando sul seguente link https://www.amazon.it/dp/B0C2S9ZYNB disponibile sia in formato cartaceo che digitale.

DIPARTIMENTO PENALISTI

 Ti difendiamo e creiamo per te la strategia migliore per arrivare alla tua assoluzione totale.

DIPARTIMENTO CIVILISTI

 Ti aiutiamo a far valere le tue ragioni, e puoi affidarci il compito di scrivere e diffidare o “denunciare” - in qualità di tuoi avvocati - chi non ti ha pagato o chi ti sta recando un danno od un disagio.

Se sei un professionista e vuoi unirti al network clicca qui.

Letto 112 volte
DLP