Compila il Modulo contatti o contattaci via whatsapp (no sms) 3791893087 

Bitcoin e criptovalute. Ulteriori chiarimenti sugli aspetti fiscali

Pubblicato in Contenzioso Tributario

Attività di vendita e riparazione di pneumatici: l’accertamento fiscale deve considerare la stagionalità del prodotto

Pubblicato in Contenzioso Tributario

Orafo: accertamenti fiscali illegittimi se non viene calcolata la dispersione del metallo prezioso durante la lavorazione

Pubblicato in Contenzioso Tributario

Consulente del lavoro: neppure l’esperto giuslavorista si sottrae all’accertamento tributario

Pubblicato in Contenzioso Tributario
Martedì, 18 Febbraio 2020 09:41

Le operazioni Iva triangolari

Le operazioni Iva triangolari

Pubblicato in Contenzioso Tributario

Guida per l'iscrizione Vies all'Agenzia delle Entrate

Pubblicato in Contenzioso Tributario
Domenica, 02 Febbraio 2020 16:26

Interpello tributario: 3 cose da sapere

Interpello tributario: 3 cose da sapere

Pubblicato in Contenzioso Tributario

Estratto: “una volta rilevata l'inattendibilità dei dati contabili indicati dalla società rispetto allo specifico cluster di appartenenza, l'Agenzia ha emesso l'avviso impugnato determinando i maggiori ricavi non già attraverso un'effettiva indagine analitico-induttiva, ma per differenza fra quelli risultanti dalla corretta rielaborazione dello studio di settore applicabile e quelli dichiarati; si è, pertanto, di fronte a un accertamento, se non interamente svolto ai sensi dell'art. 62, comma 1, del d. Igs. n. 546/92, quanto meno «misto», per il quale, attesa la metodologia statistica adottata per quantificare la pretesa impositiva, doveva ritenersi obbligatoria, a pena di nullità, l'instaurazione del contraddittorio preventivo con la contribuente”.

Pubblicato in Contenzioso Tributario

Estratto: “Tale esame, in ordine allo svolgimento di una attività commerciale effettiva da parte della società estera o la sussistenza di un effettivo interesse economico sottostante alle operazioni, è stato effettuato in modo incompleto ed insufficiente dalla Commissione regionale”.

Pubblicato in Contenzioso Tributario

Estratto: “Tale motivo si appalesa inammissibile. 1.2. In base al principio di autosufficienza del ricorso per cassazione, sancito dall'art. 366, 10co. n. 6, c.p.c., qualora il ricorrente censuri la sentenza di una commissione tributaria regionale, non può esimersi dal riportare testualmente nel ricorso i passi delle doglianze e gli elementi specifici che si assumono erroneamente interpretati o pretermessi, al fine di consentire la verifica della censura esclusivamente mediante l'esame del ricorso”.

Pubblicato in Contenzioso Tributario
Pagina 1 di 3