Scrivici per acquistare una prima consulenza compilando il Modulo contatti (CLICCA QUI)

 

Email Segretaria@networkdlp.it

 

 

La costituzione di uno studio associato: procedura, rischi, fiscalità e vantaggi

Scritto da
Vota l'articolo!
(1 Voto)

La costituzione di uno studio associato: procedura, rischi, fiscalità e vantaggi

***

Prima di esaminare nel concreto il testo del contributo, se è la tua prima volta qui, ecco

ALCUNI DEI SERVIZI DEI PROFESSIONISTI

DEL NOSTRO NETWORK

DIPARTIMENTO TRIBUTARISTI

Ti difendiamo da cartelle, avvisi di accertamento o verifiche fiscali, e combattiamo nel processo per farti ottenere l’annullamento o ti rappresentiamo per trovare un accordo con l'Agenzia delle Entrate e ridurre il debito;

Ti aiutiamo, grazie agli strumenti della pianificazione internazionale: - a proteggere il tuo patrimonio, conti correnti, immobili, beni, e renderli "intoccabili", con trust, società estere od altri strumenti avanzati di protezione; - a ridurre o azzerare le tasse pianificando il trasferimento all'estero della tua impresa, attività e/o dei tuoi assets, aprendo società estere, o trasferendo la tua residenza fiscale all'estero, utilizzando tutti i paradisi fiscali a tuo vantaggio; - a creare un PIANO B, per tutelarti qualsiasi cosa accada in Europa, anche acquisendo molteplici permessi esteri di residenza permanente o di lungo periodo, o persino seconde cittadinanze;

DIPARTIMENTO PENALISTI

Ti difendiamo e creiamo per te la strategia migliore per arrivare alla tua assoluzione totale.

DIPARTIMENTO CIVILISTI

Ti aiutiamo a far valere le tue ragioni, e puoi affidarci il compito di scrivere e diffidare o “denunciare” - in qualità di tuoi avvocati - chi non ti ha pagato o chi ti sta recando un danno od un disagio.

Se sei un professionista e vuoi unirti al network clicca qui.

***

Vai alla Pagina Principale e usa il modulo per contattarci e richiedere una consulenza: https://www.studiotributariodlp.it 

***

Sei un giovane professionista ed hai deciso di aprirti il tuo studio? 

Sono tanti i costi che dovresti affrontare. Allora, hai pensato insieme ad altri professionisti di creare uno studio associato per cercare di abbattere i costi e, nello stesso tempo, con l'obiettivo ci fornire dei servizi integrati al cliente?

Analizzeremo in questo articolo la possibilità di costituire uno studio associato, coinvolgendo collaboratori specializzati mettendo in luce quelli che sono i vantaggi di questa forma di esercizio delle libere professioni sempre più diffusa nel mondo del lavoro.

***

Cos'è lo studio associato? Come costituirlo?

I liberi professionisti, ultimamente, hanno cercato di intraprendere collaborazioni con vari professionisti specializzati con competenze diverse, per varie motivazioni, soprattutto complice la crisi economica dell'ultimo periodo. Infatti, principalmente si sceglie di avviare una tale tipologia di studio, proprio per ridurre quelli che sono i costi di gestione.

Difatti, in questi casi si ha la possibilità di condividere le spese di affitto; dedurre i costi relativi alle auto che sono intestate allo studio; ripartire le spese riguardanti i dipendenti e i collaboratori in comune, ed infine condividere anche le attività di immagine; condividere altresì dei costi dei mezzi di lavoro. 

Uno studio associato potrebbe avere anche il vantaggio di fornire ai propri clienti differenti professionalità e competenze, in modo particolare quando si tratta di studi associati fra professionisti differenti. 

Inoltre, potendo condividere i costi concernenti i servizi dello studio, si può teoricamente anche cercare di garantire servizi aggiuntivi, che possono “acquistarsi” assieme, con l’auspicio di migliorare così la qualità dello studio stesso.

Pertanto, lo studio associato può rappresentare un’alternativa per diventare più competitivi nel mondo del lavoro e anche per proseguire ad esercitare la libera professione, nonostante la forte crisi economica che ha colpito la società.

Ad esempio, anche molti professionisti legali, ultimamente, hanno optato per la costituzione di studi associati, con l'intento non solo di ridurre i costi che la gestione di uno studio comporta, ma anche puntando ad attrarre maggiore clienti garantendo differenti prestazioni con la presenza di avvocati specializzati in diversi settori.

La costituzione di uno studio associato può avvenire o mediante una scrittura privata autenticata o con un atto pubblico. Il relativo documento, che deve contenere le generalità e i titoli di tutti i professionisti associati, deve poi essere trasmesso ai singoli ordini professionali di riferimento.

Per quanto riguarda la responsabilità professionale, si sottolinea che la stessa fa riferimento al rapporto che si instaura tra il cliente e il singolo professionista, regolato attraverso la lettera di incarico.

***

Regime fiscale degli studi associati 

In merito alla disciplina fiscale, presupposto importante per la costituzione di uno studio associato è l'apertura della Partita Iva presso l'Agenzia delle entrate. 

Il reddito di tale tipo di studio non sarà configurabile come reddito di impresa, bensì rientra tra la voce del reddito da lavoro autonomo, che è regolato dall'articolo 5 del DPR n. 917/86. Infatti, i vari compensi sono percepiti dall’associazione e le varie quote di partecipazione agli utili sono proporzionate in base agli incarichi di ogni singolo associato, salvo che non ci sia stata una diversa indicazione nell’atto costitutivo. Inoltre, ogni anno lo studio associato deve provvedere ad effettuare la dichiarazione dei redditi. Ricordando, che se pur non è soggetto ad imposte dirette, lo stesso è assoggettato alla tassazione IRPEF, in base al reddito che viene prodotto dall'associazione. Lo studio associato è anche soggetto agli studi di settore e allo stesso pagamento IRAP, ossia Imposta regionale delle attività produttive. Dal punto di vista previdenziale, ogni associato deve iscriversi alla Cassa di Previdenza del proprio ordine professionale.

*** 

La società tra professionisti

Un'altra alternativa alla collaborazione tra i vari professionisti è quella diffusa di recente, ovvero la Società tra professionisti (nota sotto l'acronimo STP). 

Queste Società tra Professionisti, regolate ai sensi dell'articolo 10 della Legge 12 novembre 201/ 183 e dal successivo decreto attuativo DM Giustizia nr. 34 del 08/02/2013, consentono a coloro che fanno parte delle cosiddette professioni protette o riconosciute, di potersi associare. Le suddette professioni sono quelle che sono tutelate da un ordine professionale, un collegio e/o un albo specifico, e fra queste vi rientrano ad esempio, i veterinari, gli ingegneri, gli avvocati, i commercialisti, gli esperti contabili, i periti assicurativi o anche i giornalisti, etc. Questa società può rivestire diverse forme giuridiche, ovvero può costituirsi in base ad uno dei seguenti modelli:

- Società di persone;  

-  Società di capitali;

- Cooperativa (costituite almeno da tre soci).

La società per professionisti ha come oggetto l'esercizio di una o più attività professionali. Difatti, nel caso la società mira all'esercizio di una sola attività professionale è detta monodisciplinare, mentre quando offre diverse attività è denominata multidisciplinare. Giova sottolineare che la denominazione sociale della società costituita per l'esercizio associato della professione, indipendentemente della forma giuridica scelta in fase di costituzione, è necessario che riporta la qualifica di società tra professionisti. Inoltre, anche questa società tra professionisti richiede l'iscrizione presso il Registro delle Imprese e dopo è necessario notificare la suddetta iscrizione al collegio, albo o ordine di appartenenza. Questa forma di società, come lo stesso studio associato sono legati da uno stesso filo conduttore, ovvero gli obiettivi comuni a tutti i soci sono espressi non solo in termini economici, ma anche in ambizione professionale e valori personali.

***

Pertanto, se sei un professionista giovane ed hai deciso di intraprendere la libera professione, ma i costi che essa comporta ti hanno bloccato, lo studio associato può essere una soluzione al problema dei costi che gravano attorno ad uno studio professionale. 

Ma attenzione alla valutazione dei rischi anche fiscali connessi, ed alle possibili contestazioni da parte dell’Agenzia delle Entrate connesse ad una gestione irregolare (ad esempio, ci sono capitati casi in cui era stata contestata allo studio associato, dall’Agenzia delle Entrate, la deducibilità dei costi di affitto della struttura in dipendenza di irregolarità nella corretta gestione fiscale, con conseguenze sia in capo allo studio associato sia in capo ai singoli soci). 

Dunque pianifica con metodo nell’ipotesi in cui tu voglia costituire uno studio in forma associata, cercando di diminuire i costi e puntando sulla possibilità di offrire differenti servizi ai clienti che potrebbero essere agevolati nel rivolgersi ad uno studio che offre servizi multibrand qualificati.

Rivolgiti sempre ad un consulente del settore che ti consentirà di seguire la giusta procedura ed evitare "amare" conseguenze.

Le informazioni sopra riportate sono state scritte da un avvocato che collabora con professionisti del nostro studio ma la loro rispondenza al sistema vigente non è garantita da DLP Studio Tributario, né nessuno dei suoi avvocati, né nessun altro, non rispecchia la professionalità media di DLP Studio Tributario e non sono state sottoposte ad ulteriori controlli da parte del nostro studio.

Ulteriori approfondimenti sono comunque dovuti in dipendenza delle specificità dei singoli casi concreti, anche (ma non solo) per verificare che le informazioni siano aggiornate al momento in cui servono.

 

***

Vai alla Pagina Principale e usa il modulo per contattarci e richiedere una consulenza: https://www.studiotributariodlp.it 

***

Letto 18986 volte
DLP