Scrivici per investire in una consulenza o videocorso compilando il Modulo contatti (CLICCA QUI)

 

Email Segretaria@networkdlp.it

 

 

Cartelle di pagamento | 9 esempi di vizi

Scritto da
Vota l'articolo!
(1 Voto)

Cartelle di pagamento | 9 esempi di vizi

***

Prima di esaminare nel concreto il testo del contributo, se è la tua prima volta qui, ecco

ALCUNI DEI SERVIZI DEI PROFESSIONISTI

DEL NOSTRO NETWORK

DIPARTIMENTO TRIBUTARISTI

Ti difendiamo da cartelle, avvisi di accertamento o verifiche fiscali, e combattiamo nel processo per farti ottenere l’annullamento o ti rappresentiamo per trovare un accordo con l'Agenzia delle Entrate e ridurre il debito;

Ti aiutiamo, grazie agli strumenti della pianificazione internazionale: - a proteggere il tuo patrimonio, conti correnti, immobili, beni, e renderli "intoccabili", con trust, società estere od altri strumenti avanzati di protezione; - a ridurre o azzerare le tasse pianificando il trasferimento all'estero della tua impresa, attività e/o dei tuoi assets, aprendo società estere, o trasferendo la tua residenza fiscale all'estero, utilizzando tutti i paradisi fiscali a tuo vantaggio; - a creare un PIANO B, per tutelarti qualsiasi cosa accada in Europa, anche acquisendo molteplici permessi esteri di residenza permanente o di lungo periodo, o persino seconde cittadinanze;

DIPARTIMENTO PENALISTI

Ti difendiamo e creiamo per te la strategia migliore per arrivare alla tua assoluzione totale.

DIPARTIMENTO CIVILISTI

Ti aiutiamo a far valere le tue ragioni, e puoi affidarci il compito di scrivere e diffidare o denunciare - in qualità di tuoi avvocati - chi non ti ha pagato o chi ti sta recando un danno od un disagio.

Se sei un professionista e vuoi unirti al network clicca qui.

***

Vai alla Pagina Principale e usa il modulo per contattarci e richiedere una consulenza: https://www.studiotributariodlp.it 

***

Le cartelle di pagamento sono documenti emessi dall'agente della riscossione che contengono una richiesta di pagamento di un debito dovuto all'Erario o ad altri enti pubblici.

Le cartelle di pagamento possono essere emesse per diverse ragioni, come ad esempio il mancato pagamento di tributi, multe, contributi, tasse scolastiche o sanitarie.

Quando si riceve una cartella di pagamento, è importante prestare attenzione alle scadenze indicate, in quanto il mancato pagamento entro i termini previsti può comportare l'applicazione di sanzioni e interessi di mora.

Esistono diverse modalità di pagamento delle cartelle di pagamento, come ad esempio il bonifico bancario, il pagamento tramite bollettino postale o il pagamento presso gli sportelli dell'agente della riscossione. In alcuni casi, è possibile richiedere la rateizzazione del debito, ovvero il pagamento del debito in comode rate mensili.

Se si riceve una cartella di pagamento e si ritiene di non doverla pagare, perché ad esempio il debito è stato già saldato o perché si ritiene che vi siano errori o ingiustizie, è possibile presentare ricorso entro 60 giorni dalla ricezione della cartella.

In ogni caso, è importante non ignorare le cartelle di pagamento e adottare tempestivamente le opportune misure, onde evitare l'applicazione di sanzioni e interessi di mora.

9 esempi di possibili vizi della cartella

Mancata notifica della cartella di pagamento: la cartella di pagamento deve essere notificata al contribuente a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno o a mezzo posta elettronica certificata (PEC).

Mancata indicazione delle modalità di pagamento: la cartella di pagamento deve indicare le modalità di pagamento del debito.

Mancata indicazione del termine per il pagamento: la cartella di pagamento deve indicare il termine entro il quale il debito deve essere saldato.

Mancata indicazione delle sanzioni e degli interessi di mora: la cartella di pagamento deve indicare le sanzioni e gli interessi di mora previsti in caso di mancato pagamento del debito entro il termine indicato.

Mancata indicazione delle ragioni del debito: la cartella di pagamento deve indicare le ragioni per le quali il debito è stato riscosso. Se le ragioni del debito non sono state indicate, il contribuente può presentare ricorso sostenendo l'illegittimità della cartella.

Mancata indicazione delle informazioni relative al contribuente: la cartella di pagamento deve contenere le informazioni relative al contribuente, come ad esempio il nome, il cognome, il codice fiscale e l'indirizzo di residenza.

Mancata indicazione delle informazioni relative al debito: la cartella di pagamento deve contenere le informazioni relative al debito, come ad esempio il codice tributo, l'importo dovuto, la data di scadenza del debito e l'eventuale causa del debito.

Mancata indicazione delle informazioni relative agli organi che hanno emesso la cartella: la cartella di pagamento deve contenere le informazioni relative agli organi che hanno emesso la cartella, come ad esempio il nome dell'ente che ha emesso il debito e il nome del funzionario che ha sottoscritto la cartella.

Mancata indicazione delle informazioni relative al procedimento di riscossione: la cartella di pagamento deve contenere le informazioni relative al procedimento di riscossione, come ad esempio il numero di protocollo del procedimento e la data di emissione della cartella.

Questi sono solo esempi, ma ci sono molti altri motivi che potrebbero portare all’annullamento della cartella e del debito.

***

Vai alla Pagina Principale e usa il modulo per contattarci e richiedere una consulenza: https://www.studiotributariodlp.it 

***

Letto 389 volte
DLP