Compila il Modulo contatti o contattaci via whatsapp (no sms) 3791893087 

Argomentazione Processuale. I principi della comunicazione. La capacità di esprimere la propria tesi in maniera semplice. Featured

Scritto da Avv. Federico Pau
Vota l'articolo!
(3 voti)

Uno dei pilastri su cui si regge un’argomentazione corretta ed incisiva e, più che conta ai nostri fini, persuasiva, è la capacità di esprimere in maniera semplice il nostro messaggio.

La lettura del libro “The essential book of great lawyering”, libro sicuramente più incentrato sull’ambito dello sviluppo dello studio professionale come attività economica piuttosto che sulla persuasione, mi ha comunque ricordato quanto sia fondamentale uno dei principi cardine della comunicazione:

Esprimere il proprio messaggio in maniera semplice

Uno dei pilastri su cui si regge un’argomentazione corretta e incisiva e, più che conta ai nostri fini, persuasiva, è la capacità di esprimere in maniera semplice il nostro messaggio.

Ogni singola affermazione deve essere facilmente comprensibile, anche ad un occhio non attento in quel momento.

Una prima tecnica per semplificare i propri messaggi è quella di utilizzare un’argomentazione che si fonda sulla visualizzazione non sull’astrazione logica.

Una seconda tecnica, già affrontata nel corso di questa rubrica (link 1 e link 2) esaminando lo stile argomentativo di avvocati con straordinarie doti comunicative, è l’utilizzo di metafore.

Motivazione scientifica.

Recenti studi scientifici dimostrano che le capacità di ragionamento elevate, come il ragionamento logico o astratto o deduttivo, richiedono l’utilizzo di una parte del cervello che, per fisiologia, il nostro stesso organismo rende accessibile solamente in alcuni momenti, dato che si tratta di una parte che consuma più glucosio. È quindi preferibile esprimere comunque un messaggio in maniera semplice anche quando ci si rivolge a tecnici di settore con elevate doti di comprensione e ragionamento.

4 Errori comuni.

Alcuni errori che possono essere corretti per esprimere il proprio messaggio in maniera più semplice:

  • Errore 1: non usare il grassetto;
  • Errore 2: inserire un numero eccessivo di dati irrilevanti o superflui;
  • Errore 3: usare un linguaggio eccessivamente tecnico anche quando non indispensabile;
  • Errore 4: Inserire negli atti ampie trattazioni sistematiche di istituti giuridici o copia / incolla di taglio generalista, che non hanno nulla a che vedere con il caso di specie.

 

Il presente articolo è frutto di una mia personale elaborazione critica semplicemente “ispirata” dalla lettura del libro che, a ben vedere, si concentra più sull’ambito della gestione efficiente dello studio professionale e dei rapporti con futuri ed attuali clienti, e che non consiglio ai professionisti che cercano un libro incentrano sull’arte oratoria e sull’argomentazione.

***

Torna alla Pagina Principale: https://www.studiotributariodlp.it  

Per rimanere aggiornato iscriviti al nostro canale Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCwYYt0S4B1mOlNSbg7P584w?sub_confirmation=1

Per richiedere una consulenza a seguito del ricevimento di un questionario, invito al contraddittorio, invito a comparire o avviso di accertamento dell'Agenzia delle Entrate, compila il modulo contatti che trovi nella pagina principale del nostro sito https://www.studiotributariodlp.it o nella pagina contatti.

DLP Studio Tributario collabora, anche a distanza (su Roma e tutti i principali fori d'Italia), con dottori commercialisti e studi legali per la gestione congiunta di contenziosi tributari ovvero consulenze strategiche su singole praticheOve anche il Vostro studio fosse interessato ad una collaborazione o ad un nostro parere su singoli contenziosi tributari, instaurati o da instaurare, può contattarci attraverso l'apposito modulo: https://www.studiotributariodlp.it/index.php/contatti 

Per esaminare alcuni dei risultati (e delle sentenze) ottenuti per i nostri clienti nell’ultimo biennio clicca qui

Letto 924 volte